Rosso il sangue

rosso il sangue“Lumikki non si svegliò di soprassalto. Passò a poco a poco dal sonno alla veglia, sentì le membra crescere, il corpo di bambina sbocciare in quello di donna, dipanare il gomitolo in cui era avvolto e distendersi. Andò incontro agli anni che la separavano dalla Lumikki del sogno. Non era più piccola. Aveva diciassette anni. E da tempo non era più costretta a temere ogni giorno. Tranne ora. Perché si era intromessa in faccende altrui”.

Lumikki è abituata a muoversi senza farsi notare. Lumikki sa cosa significa vivere all’ombra della paura. Lumikki è una ragazza trasparente, come la neve quando si scioglie. La neve dell’inverno finlandese, che attutisce i rumori ed è come un predatore immobile. Se non presti attenzione ti uccide.

Ma sono altri i nemici pronti a uccidere.

Droga, denaro insanguinato, mafia russa, poliziotti corrotti e un omicidio con cui si apre il romanzo e che macchia la neve di un rosso sangue che non può essere lavato.

Ho amato la storia di Lumikki. Rosso il sangue (Mondadori 2014) è un thriller per giovani adulti, ma anche per adulti che cercano una storia avvolgente e un personaggio forte, una moderna Biancaneve che ha smesso di credere nel lieto fine da tanto tempo.

Il finale risulta un po’ affrettato, ma non toglie il gusto di una buona storia ambientata tra la neve di un luogo da fiaba della buonanotte. Ma una fiaba oscura, badate bene.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...