Sky doll – una bambola con l’anima

Un giorno soltanto. È il tempo che ho impiegato per leggere la saga di Sky doll, il capolavoro di Barbucci e Canepa nella splendida riedizione Bao Publishing, che comprende l’inedito quarto volume.

Alla fine di ogni tomo, sono quattro, tiravo un sospiro di sollievo perché non avrei dovuto attendere anni per leggere quello successivo.

Pensate che dal primo volume della serie La città gialla (uscito per la prima volta con Soleil) all’ultimo capitolo Sudra, sono passati dieci anni. E proprio una decina di anni fa lessi l’episodio uno, che aveva acceso in me una grande curiosità. Oggi, questa curiosità, è stata pienamente esaudita. Grazie a Bao Publishing potrete tuffarvi a capofitto nell’universo di Noa, la protagonista di questa saga fantascientifica dal sapore mistico. 

Volumi cartonati, colori vividi e pulsanti, costine deliziose che si completano quando i libri sono riposti uno accanto all’altro e solleticano il piacere del feticista della carta stampata. Una full immersion tra i misteri di una galassia imprecisata dove niente è come sembra e tutti sono alla ricerca di qualcosa.

«Bugie. Menzogne. Cammino lungo puntini di una linea invisibile che io stessa ho tessuto. La mia stessa esistenza di bambola non è che una farsa.» Questa è la voce di Noa, corpo mozzafiato da sky doll, bambole meccaniche create per soddisfare gli istinti erotici dei cittadini senza commettere peccato, e animo inquieto. Ma, un momento! Noa non dovrebbe possedere un animo. Non dovrebbe avere volontà, Noa.
Le Sky doll dovrebbero essere semplicemente cose, cose al servizio delle altrui pulsioni.

Ma Noa è diversa dalle sue simili. Noa ha il suo interno qualcosa di… magico. 
Ricordi, proprio quelli che ci rendono vivi e unici.

Non vi farò un riassunto della trama e non vi svelerò dettagli. Credo che Sky doll sia come il giardino incantato di una fiaba, da visitare con occhi puri, possibilmente impreparati.
Quello che voglio dirvi è che Sudra, il quarto capitolo della saga, risponde pienamente agli interrogativi aperti nei volumi successivi. Cuce insieme tasselli, fornisce le risposte che cercavamo sul passato di Noa.
Se a una prima lettura Sky doll può essere visto come una grande avventura, un universo visivo perfetto, in bilico tra oriente e occidente; a una lettura profonda è una grande metafora della vita.
Religiosità e sensualità, amore e odio, coscienza e ricerca del sé. Perché tutti possiamo amare o sanguinare… anche se a volte preferiremmo avere cuori meccanici.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...